Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
CESFOR - Corsi di Musica, Cultura, Informatica, Scuola e Formazione a Bolzano

Musicoterapia e disagio giovanile, il nuovo corso di specializzazione per musicoterapeuti

Sad European young woman being teased by group of teenagers

Il disagio nel mondo giovanile può avere molti volti. Quello feroce del bullismo e del cyberbullismo all’interno della scuola o del gruppo di coetanei, ma anche quello silenzioso delle difficoltà di integrazione nella classe, o quello – da sempre presente in questa fascia d’età – delle difficoltà psicoaffettive tra figli e genitori o tra studenti e docenti. In ambito giovanile, tuttavia, la musica può rappresentare la chiave giusta per esprimersi, comunicare la propria sofferenza e, di conseguenza, migliorare il proprio rapporto con le altre persone e il contesto sociale nel quale si è inseriti.

Dal 2000 Cesfor è una delle realtà nazionali all’avanguardia per quanto riguarda la formazione in musicoterapia. Sono oltre 100 gli studenti che si sono diplomati al termine del corso triennale di formazione organizzato dall’agenzia di educazione permanente bolzanina ed oltre 200 le strutture in tutta Italia ad aver accolto progetti di musicoterapia ideati e gestiti dagli allievi. Da ottobre, accanto al tradizionale percorso formativo di base (in partenza questa estate la nona edizione) Cesfor propone un corso di specializzazione per la progettazione di interventi musicoterapici nel settore del disagio giovanile. 180 ore suddivise in lezioni teoriche e laboratori pratici, tenuti a cadenza mensile fino all’estate 2019.  L’iniziativa è riservata a musicoterapeuti diplomati che, al termine del percorso, potranno contare su competenze specifiche per intervenire in ambito scolastico, presso i centri giovanili o in team con animatori ed educatori di quartiere.

Numerosi i docenti di spicco che si alterneranno nella conduzione delle lezioni: dal musicoterapeuta bolzanino Roberto Ghiozzi alla sociologa ferrarese esperta in bullismo Elena Buccoliero, dal musicista e rapper romano Tayio Yamanouchi (Hyst) all’etnomusicologo dell’Università di Bolzano Giovanni Chiriacò, dallo psicologo Oliver Sparber allo psicopedagogista dell’Università di Verona Angelo Lascioli, per chiudere con la musicoterapeuta olandese Sylka Uhlig. Le tematiche di area teorica spazieranno dalla psicologia dell’adolescenza e della famiglia alla psicopedagogia e all’etnomusicologia, passando per la gestione delle dinamiche di gruppo in contesti difficili. Altrettanto ricca la serie di laboratori pratici: dialogo sonoro, educazione alle emozioni, community music therapy, vocalità primaria, rap e songwriting espressivo.

L’iniziativa è realizzata con il sostegno della Ripartizione provinciale cultura italiana. Per maggiori informazioni sul corso o per prenotare il proprio posto, contattare Cesfor allo 0471 272690 o inviare una mail a [email protected]